Parliamo di edilizia, sicurezza ed innovazione.

Rappresenta un sensibile passo avanti nella qualità e trasparenza dei rapporti tra imprese appaltatrici e condomini, la revisione dell’ art. 1135 comma 4 del c.c. il quale prevede la obbligatorietà della costituzione di un fondo spese speciale a fronte di opere di manutenzione straordinaria dell’immobile.

In pratica, il condominio deve rifare la pavimentazione del cortile interno, per un importo preventivato di € 25'000?  Dovrà preventivamente costituire un fondo speciale di pari importo.

L’obbligo non prevede il pagamento anticipato dell’impresa, ma solamente la messa a disposizione dei fondi necessari a far fronte al pagamento dell’acconto e dei SAL mensili previsti contrattualmente con l’impresa.
Tale importo può essere rateizzato, a condizione che la scadenza delle rate consenta di far fronte agli impegni accordati con l’appaltatrice, senza che il condominio stesso possa trovarsi quindi in situazione di insolvenza per mancanza fondi.
L’assemblea o l’amministratore (se incaricato) , dovranno farsi garanti della costituzione e gestione di tale fondo.

Vantaggi anche per i condòmini virtuosi.

Si è portati a pensare che i vantaggi siano unicamente a favore delle imprese; in realtà anche i condòmini abituati a rispettare i propri impegni potranno godere di una gestione più oculata dei fondi condominiali, evitando di trovarsi coinvolti in contenziosi, sospensione lavori, cause legali ed altre noie provocate dai “soliti” condòmini insolventi.

Mancato rispetto degli obblighi.

Le imprese appaltatrici possono richiedere che l'amministratore si faccia garante della costituzione di tale fondo e, nel caso, rifiutarsi di proseguire i lavori se gli obblighi non vengono assolti.

Dalla mancata costituzione del fondo possono discendere due conseguenze;

  •  i condomini interessati potranno chiedere all'Autorità Giudiziaria, ex art. 1105, quarto comma, c.c., di provvedere a prendere i provvedimenti che l'assemblea non ha adottato;
  • Se l'assemblea delibera di non istituire il fondo, tale violazione può portare alla dichiarazione d'invalidità della delibera; stando ai principi a suo tempo stabiliti dalle Sezioni Unite (cfr. sent. n. 4806/05) dovrebbe trattarsi di vizio comportante annullabilità della delibera.
     
Leggi di piú

Forse l'azienda applicatrice non era all'altezza...

Nella foto vedete un bel pavimento in resina?
Forse si, almeno esteticamente, il pavimento non presenta gravi problemi.
Tuttavia il rivestimento epossidico è stato realizzato da “improvvisati specialisti” del settore, i quali hanno utilizzato materiali per diverso uso (addirittura per il “fondo” è stato usato un rasante per muri, armato con rete per cappotti). I giunti sono poi stati tagliati e sigillati con banale silicone per uso idraulico.
Il rivestimento, che doveva essere un multistrato a base di resine epossidiche e sabbie di quarzo, si è rivelato una accozzaglia di materiali edili mal posati. La resina epossidica è stata usata solo per lo strato di finitura e degli spolveri di quarzo non vi è traccia.

Dopo solo 1 mese (un mese!) dalla realizzazione, il rivestimento è stato demolito e rifatto ex-novo, con costi nettamente superiori a quelli previsti inizialmente e con un conseguente lungo fermo produttivo.
…e se pensate che questo è solo un singolo caso sfortunato, vi sbagliate. Il mercato purtroppo lascia ampio campo d’azione ad aziende improvvisate, che acquisiscono appalti grazie a preventivi estremamente economici.

Leggi di piú

Si prefigura come un evento da non perdere, il primo ed unico forum italiano dedicato esclusivamente al settore delle pavimentazioni continue, che vede la sua nascita il 5 e 6 Maggio a Rimini presso lo spazio EcoArea (via Rigardara 37/39, Cerasolo di Coriano).
Organizzato da CONPAVIPER (associazione italiana sottofondi, massetti, pavimenti e rivestimenti continui) il forum si presenta come una due giorni non-stop di conferenze e workshops tematici di grande interesse per gli addetti al settore, per progettisti e costruttori che siano sensibili ai temi di approfondimento nel settore delle pavimentazioni continue, industriali e non.
Per il programma completo ed informazioni dettagliate vi consigliamo di cliccare su: www.massettiepavimenti.it

Leggi di piú

Il cono di Abrams è uno strumento molto semplice grazie al quale, secondo la normativa UNI EN 12350-2 è possibile misurare la consistenza di un calcestruzzo fresco, realizzato con inerti ≤ 40 mm.

L'occorrente:

  • cono di Abrams in acciaio, privo di ammaccature, saldature od inchiodature
  • Base di appoggio
  • Pestello in acciaio a punta arrotondata, avente diametro pari a 1,6 cm ed una lunghezza di 61 cm.
  • Asta graduata.
  • Sessola.

La procedura:

Inumidire la superficie interna del tronco-cono in acciaio

Riempire il cono di Abrams in 3 strati differenti, ognuno corrispondente a circa 1/3 dell’altezza del cono. Ogni strato andrà compattato con 25 colpi di pestello, uniformemente distribuiti nella sezione.

Rimuovere il cono con un movimento verticale, evitando spostamenti o torsioni.

In un tempo compreso tra 5 e 10 secondi, misurare con l’asta graduata l’abbassamento del calcestruzzo.
Confrontando la misura di abbassamento, espressa in mm, con la tabella sotto, è possibile determinare la classe di fluidità

I risultati:

·         S1 - consistenza umida: abbassamento (slump) da 10 a 40 mm

·         S2 - consistenza plastica: abbassamento (slump) da 50 a 90 mm

·         S3 - consistenza semifluida: abbassamento (slump) da 100 a 150 mm

·         S4 - consistenza fluida: abbassamento (slump) da 160 a 210 mm

·         S5 - consistenza superfluida: abbassamento (slump) ≥ 220 mm.

Leggi di piú

presenti!

 

Da sabato 25 a lunedì 27 Marzo saremo presenti con uno stand espositivo presso la fiera MECI (Mostra Edilizia Civile ed Industriale) che si svolgerà presso il polo LarioFiere di Erba (CO), viale Resegone.

Sia l'ingresso alla fiera che il parcheggio sono completamente gratuiti.

Sabato 25 Marzo dalle ore 9:00 alle ore 19:00

Domenica 26 Marzo dalle ore 9:00 alle ore 19:00

Lunedì 27 Marzo dalle ore 9:00 alle ore 18:00


Venite a trovarci? Siamo al Padiglione A, stand 48.
 

Leggi di piú

Sponsor tecnico

Silicati

Visita il sito

  Web Agency XODUS New Media

Possiamo esserti utili?

Compila tutti i campi. Ti ricontatteremo in tempi brevi.